Benvenuto su Area Senior   Accedi Registrati 



News

19 feb

Belli e giovani con la chirurgia estetica Mi piace (888)

Inserito in: BENESSERE E LIFESTYLE

La bellezza è oggi una necessità, così come invecchiare è un tabù. La chirurgia estetica sembra essere nella società del "tutto e subito", il rimedio più ambito dalle donne e dagli uomini per conservare il più a lungo possibile la propria giovinezza.

Apparire giovani e belli a qualunque età non è un sogno irrealizzabile oggi giorno. Rughe d'espressione e piccoli difetti fisici dovuti soprattutto  all'avanzare dell'età sono facilmente contrastabili, ragion per cui, un numero  sempre più alto di persone di età compresa tra i 65 e gli 80 anni sceglie di ricorrere alla chirurgia estetica. In particolare nell'ultimo anno, c'è stata  una richiesta di 6 volte superiore rispetto all'anno precedente. 
Se negli anni passati erano soprattutto le donne ad interessarsi al  miglioramento della propria immagine, adesso anche gli uomini sono diventati molto più attenti al fattore estetico.
Uomini e donne sono dunque  uguali di fronte alle paure imposte da questo secolo: il peso e l'invecchiamento. 
Numerosi sono gli interventi e le iniezioni che ogni giorno si compiono presso cliniche e centri specializzati.  Quelli più richiesti restano il lifting  orbito-zigomatico ed altre tipologie di lifting che riescono a contrastare i rilassamenti più evidenti nella parte bassa del volto, ed ancora, interventi per il seno, i glutei ed il naso.
 Ma ci si può realmente opporre alla natura e sfuggire al tempo che passa? Non proprio.
Nonostante la maggior parte di questi interventi da un punto di vista medico riesca perfettamente, assistiamo molto spesso a dei risultati per niente incoraggianti dovuti  per esempio alla  perdita dell'espressività di un volto o  all'irrigidimento di alcune parti del corpo per l'eccessivo rigonfiamento  (come labbra o seno). Ancora, quando si operano interventi molto frequenti, si desensibilizza il corpo rispetto al prodotto che quindi non riesce a fornire un risultato efficace. Ovviamente, nel caso in cui si tratti di pazienti ottantenni, il medico dovrà valutare anche eventuali complicazioni dello stato  di salute e capire se è il caso o meno di procedere. Si dovrebbe anche evitare di mettersi nelle mani di medici non specializzati in questo settore ma che s'improvvisano chirurghi, poichè si rischia la propria vita.
In generale questo tipo di interventi non presenta grosse controindicazioni e per evitare spiacevoli situazioni basterebbe  semplicemente agire in modo responsabile e cauto, non rincorrendo in modo assillante la perfezione fisica. 
Da questo punto di vista, negli ultimi tempi è già cambiata parecchio la percezione di sè e della propria bellezza.
Nel XX secolo ciò che spingeva le persone a modificare il proprio aspetto era il desiderio di rendersi  conformi ad alcuni parametri, generalmente definiti dalle grandi star. La chirurgia andava quindi a soddisfare un'esigenza puramente fisica che imponeva quasi la trasformazione.
Oggi non è più così. Nel XXI secolo ciò che viene chiesto alla chirurgia estetica, è di togliere dal corpo e dal volto quell'aria appesantita e stanca data per lo più dalla pelle troppo rilassata del collo o delle palpebre che contribuiscono a dare un'immagine falsata  di sè.

La bellezza quindi in questo  caso si rivela attraverso uno sguardo ed un corpo fresco, sinonimo di una personalità più libera. Non si cerca di somigliare a qualcun altro ma di trovare un modo per ricomporre la propria figura in base alla percezione che si  ha di se stessi. 

Ultimi commenti
Effettua il login*

* per inserire un commento devi essere un utente registrato. Se non lo sei registrati ora