Benvenuto su Area Senior   Accedi Registrati 



News

13 mar

Che mondo sarebbe senza senior? Mi piace (891)

Inserito in: ATTUALITÀ

Una ricerca sugli anziani in Emilia Romagna chiarisce l'utilità del loro supporto nella famiglia e nella società

Una media di due ore e mezza al giorno, spese per accudire i nipotini ed altri bambini, far compagnia a chi è solo o non autosufficiente, dare una mano in casa: una recente ricerca condotta dall’Ires su 1.556 anziani dell’Emilia Romagna non lascia spazio a false interpretazioni. Ben il 79% degli intervistati dichiara infatti di offrire un aiuto informale non solo ai propri familiari, ma anche ad amici e vicini di casa. La principale attività è quella di accudire i bambini(27,8 per cento), molti si occupano anche e più in generale di persone non autosufficienti, l’11% aiutandole a vestirsi e lavarsi, il 6,2% offrendo un vero lavoro di cura.
Lo studio dimostra, oltre al fatto di una importanza sociale dell'opera dei senior, senza il cui contributo il nostro Paese sarebbe più povero, anche che gli anziani danno più di quanto ricevono. E se in media gli intervistati dedicano all’aiuto informale due ore e mezza ogni giorno, in una pur bassa percentuale (3 per cento) le ore offerte crescono anche fino a 6-7 al giorno. 
Senior che hanno bisogno del supporto di altri senior. Ma cosa chiedono soprattutto? Cercano prima di tutto semplice compagnia (20%), seguita dal sostegno nelle pratiche burocratiche (13,1%), dagli aiuti domestici (11,7%) e di accompagnamento (8,6%).  Il sostegno arriva principalmente dalla famiglia e dai parenti, mentre il supporto di persone esterne avviene nel caso di aiuti domestici e di assistenza a persone non autosufficienti. Se tuttavia i "senior" della famiglia, ancora in attività e non pensionati, ovvero tra i 60 e 65 anni dovranno continuare a lavorare, non potranno più offrire il proprio aiuto in famiglia. Una situazione che potrebbe potenzialmente aggravare lo stato di un welfare già molto debole.

Ultimi commenti
Effettua il login*

* per inserire un commento devi essere un utente registrato. Se non lo sei registrati ora